Aeroporto di Guidonia Barbieri, gita sociale

Aeroporto di Guidonia sala museale
Aeroporto di Guidonia, sala museale

Aeroporto di Guidonia Montecelio Barbieri: la sua storia si intreccia con quella della stessa Aeronautica Militare.
L’Associazione Triestini e Goriziani in Roma “Gen. Licio Giorgieri” ringrazia l’Aeronautica Militare che ci ha organizzato questa straordinaria visita guidata
nell’aeroporto di Guidonia e per averci offerto un’esperienza unica e indimenticabile, ricca di storia e professionalità.

Aeroporto di Guidonia foto di gruppo
Aeroporto di Guidonia, foto di gruppo

L’ aeroporto militare di Guidonia, nella vasta e storica area a nord-est di Roma, fu istituto nel 1916 come scuola di pilotaggio e di formazione a cui si unisce,
qualche anno dopo, la Direzione Superiore Studi ed Esperienze (DSSE) con la finalità di ricerca e di sperimentazione con nuovi strumenti tecnologici.
Oggi l’area appartiene all’Aeronautica Militare e ospita varie attività importanti. 

Aeroporto di Guidonia modellini in legno di balsa
Aeroporto di Guidonia, modellini in legno di balsa

In un mercoledì nuvoloso ma molto caldo ci siamo ritrovati davanti all’entrata dell’aeroporto di Guidonia e alzando gli occhi al cielo,
abbiamo visto volteggiare elegantemente e liberamente, sfruttando le correnti ascensionali, un Aliante che si era appena sganciato dall’aereo trainatore.
L’attività principale, infatti, svolta in questo aeroporto è quella di addestramento su Aliante da parte della sezione appunto di volo a vela.
Il 15 febbraio 2015, il Comando Aeroporto/Gruppo Volo a Vela muta la propria denominazione in 60° Stormo

Aeroporto di Guidonia 60° Stormo
Aeroporto di Guidonia, 60° Stormo

Una curiosità: Guidonia, cittadina sorta intorno all’aeroporto, si chiama così in onore del Gen. Alessandro Guidoni,
esperto pilota di idrovolanti, che morì nel 1928 presso questo aeroporto, collaudando un paracadute.

Aeroporto di Guidonia, 4 gallerie aerodinamiche
Aeroporto di Guidonia, 4 gallerie aerodinamiche

Siamo stati guidati da due valenti “istruttori” nell’affascinante percorso espositivo che oggi si trova all’interno dell’edificio: attraverso cimeli, modelli di aerei,
pannelli descrittivi e una visita virtuale con la quale si è conosciuta l’evoluzione di questo affascinante luogo che vanta più di un secolo di storia.
Il Museo testimonia la storia della tecnica e sperimentazione e ripercorre alcune tappe avventurose e altre drammatiche.
Tra le alte e verdi piante che circondano tutta la zona sono presenti enormi ruderi di edifici che furono bombardati:
tutti noi siamo rimasti increduli e sbalorditi per le gigantesche dimensioni di questi reperti archeologici, pensando a ciò che hanno rappresentato all’epoca e alla fine degli stessi.

Aeroporto di Guidonia vasca idrodinamica
Aeroporto di Guidonia,vasca idrodinamica

Tra il 1925 e il 1928 ci fu un fervente clima di scienza, di quello straordinario periodo di ingegno e sviluppo, sono ancora visibili le rovine, all’interno dell’aeroporto:
l’enorme struttura della Divisione Radioelettrica, la Galleria supersonica, la Divisione Chimicatecnologica, la Sezione aerodinamica che comprendeva quattro gallerie aerodinamiche. La Sezione idrodinamica aveva “una delle più avanzate vasche idrodinamiche esistente al mondo” lunga più di 430 metri. La galleria verticale, alta più di 24 metri,
faceva parte della Sezione aerodinamica. In questo contesto, si può affermare che le basi per il volo supersonico furono gettate proprio a Guidonia.

Aeroporto di Guidonia, ruderi
Aeroporto di Guidonia, ruderi

In una vetrina del Museo siamo stati colpiti, per la loro eleganza, da due modellini originali di aerei in legno di balsa. Ancora una curiosità riguarda alcuni documenti esposti della collezione Montelucci. Infatti Giuliano Montelucci (Reggello, FI, 1899- Guidonia, 1983) Maggiore generale dell’Aeronautica, a capo della Divisione Chimica-Tecnologica è rimasto inoltre famoso per aver studiato e approfondito, in qualità di docente in Geobotanica, la flora e vegetazione della zona intorno a Guidonia e nel Lazio. 

Aeroporto di Guidonia, Collezione Montelucci
Aeroporto di Guidonia, Collezione Montelucci

Alla fine del percorso museale abbiamo fatto una foto di gruppo, come ricordo e successivamente siamo andati al ristorante Totarello.
Avevamo una sala riservata, il pranzo è stato ottimo, grande attenzione nella presentazione delle portate e personale gentile.
Il girello di maialino porchettato al forno con patate è stato il piatto che ha riscontrato più successo. 

Abbiamo finito in bellezza con un’altra foto di gruppo davanti alla nostra torta.
È stata una giornata indimenticabile e tanta allegria, un saluto a tutti i partecipanti da 

Adriana Martinoli e Antonella Belisario

Tivoli ristorante foto del pranzo sociale per l'Aeroporto di Guidonia
Tivoli, ristorante foto del pranzo sociale