Il giorno del ricordo

di Umberto Saba

è come a un uomo battuto dal vento,accecato di neve – intorno pingeun inferno polare la città-l’aprirsi, lungo il muro, d’una porta.Entra. Ritrova la bontà non morta,una dolcezza di un caldo angolo. Un nomeposa dimenticato, un bacio soprailari volti che più non vedevache oscuri in sogni minacciosi.Tornaegli alla strada, anche la strada è un’altra.Il tempo al bello si è rimesso, i ghiaccispezzano mani operose, il celesterispunta in cielo e nel suo cuore. E pensache ogni estremo di mali un bene annuncia.

Da Il Canzoniere, Einaudila poesia per il giorno del ricordo  il 10/02/24