Il treno del ricordo. 

Una giornata memorabile

Il treno del ricordo

Oggi, 24/02/2024 la Stazione Ostiense di Roma è stata il palcoscenico di un evento straordinario:
il Treno del Ricordo, in memoria dell’esodo
giuliano-dalmata.

La mattina è stata segnata da una breve cerimonia inaugurale, alla quale hanno partecipato le autorità e noi come
Associazione Triestini e Goriziani in Roma.

Una Signora della Sede ANVGD di Roma

Il convoglio ospita a bordo una mostra multimediale che ripercorre idealmente il viaggio compiuto dagli esuli giuliano dalmati e l’esposizione
delle masserizie degli esuli, oggetti che evocano tutte le speranze di una vita sospesa.
Il percorso è toccante e suscita emozioni forti che lasciano il segno in ciascuno di noi.

Norma Cossetto, una vittima delle foibe

Ho chiesto ad alcuni nostri associati un commento , appena scesi dal treno:
sono ricordi forti di violenza e dolore che ritornano alla mente più vivi che mai.
Ho fatto le stesse domande anche a dei giovani studenti universitari romani:
ricordare è importante, con la consapevolezza nasce il rispetto per questa comunità.
Mi ha colpito il fatto che questi ragazzi mi abbiano detto che ancora a scuola non si affrontano queste tematiche,
ma questa è un’altra storia.

La mostra all'interno del treno storico

Ci auguriamo che questo treno possa rappresentare un riconoscimento di ciò che è veramente accaduto, dopo anni di assordante silenzio.
É stata una giornata particolare, difficile da dimenticare.
Questa è una storia che appartiene a tutti noi.

Antonella Belisario

I giovani studenti romani
Le masserizie degli esuli
Componenti della Sede ANVGD di Roma
Il presidente dell'associazione Carlo Leopaldi, Roberto Sancin e Angel Schettino visitano la mostra
Adriana Martinoli e Alice Luzzatto Fegiz
L'Associazione Triestini e Goriziani in Roma in visita alla mostra nel treno storico

Il Treno del Ricordo

Eravamo lì anche noi stamattina all’evento dedicato alla memoria dell’esodo giuliano-dalmata,
il Treno del Ricordo che ha fatto sosta oggi, sabato 24 febbraio, alla Stazione Roma Ostiense.
Alla presenza della ministra dell’Università e della Ricerca, Anna Maria Bernini, del vicepresidente della Camera dei deputati, Fabio Rampelli, del deputato di Fratelli d’Italia Federico Mollicone, del presidente della Regione Lazio, Francesco Rocca, della vicesindaca di Roma, Silvia Scozzese, e del capo di gabinetto del ministero per lo Sport e i giovani, Massimiliano Atelli, è stato evocato il dramma dei profughi istriani, fiumani e dalmati assieme alla commossa partecipazione di tante persone, di associazioni di esuli, di studenti nonché della nostra Associazione Triestini e Goriziani in Roma “Gen. Licio Giorgieri”.

L’esposizione all’interno dei vagoni del treno era suddivisa in quattro sezioni: Italianità, Esodo, Viaggio del dolore e Ricordi di una vita.

L’iniziativa “Il treno del Ricordo” è stata organizzata in occasione dei vent’anni dalla Legge 30 marzo 2004, n. 92 istitutiva del “Giorno del ricordo” in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo istriano, fiumano, giuliano-dalmata e delle vicende del confine orientale, il Ministero per lo Sport e i Giovani,
attraverso la Struttura di missione anniversari nazionali ed eventi sportivi nazionali ed internazionali ed in collaborazione con Fondazione FS.

Adriana Martinoli

Deputato Fabio Rampelli
Anna Maria Bernini