Ricordo di Adriano Degano

La nostra Associazione ha partecipato alla conferenza dedicata alla memoria di Adriano Degano tenutasi presso l’UnAR, via Ulisse Aldrovandi 16, Roma.

Nel decennale della scomparsa dell’illustre presidente del “Fogolàr Furlan” di Roma dal 1974 al 2014, sono stati rievocati, attraverso ricordi e testimonianze, tanti momenti della sua intensa e brillante attività volta a unire i friulani sparsi nel mondo e a far conoscere la storia e le bellezze del Friuli Venezia Giulia.  

Nato nel 1920 a Povoletto (Udine), laureato in Lettere, nel 1961 Adriano Degano si trasferisce a Roma per ricoprire un ruolo importante presso l’Inps. Da allora ha coltivato con entusiasmo, energia e passione i rapporti con la sua terra d’origine. Carico di umanità e colto è stato un punto di riferimento per i friulani ricoprendo innumerevoli incarichi: presidente dell’UCEMI (Unione Cristiana Enti tra e per i Migranti Italiani), consigliere della Società Filologica Friulana, fondatore dell’UnAR e della biblioteca in seguito a lui intitolata …solo per citarne alcuni. Ha ricevuto molteplici riconoscimenti e onorificenze ufficiali. E’stata apprezzata la sua volontà di coinvolgere nell’Associazione i giovani che tutt’oggi lo ricordano con stima e affetto. Adriano Degano è spirato a Roma il 18 maggio 2014 lasciando un vuoto incolmabile nella sua famiglia e in tutta la comunità friulana.

Durante la conferenza l’attuale presidente del Fogolàr Furlan Francesco Pittoni ha citato una frase che Adriano Degano amava ripetere “storie diverse ma destini comuni” che sintetizza il suo profondo spirito di unione tra realtà territoriali e storiche diverse ma nello stesso tempo ricche e con obiettivi condivisi.

Dalle commosse testimonianze e dalle riflessioni dei relatori è dunque emersa la carica emotiva, intelligente e professionale che ha caratterizzato la figura dell’indimenticabile presidente Adriano Degano.

17 maggio 2024

Adriana Martinoli